I Gorilla di pianura, Giulia Bardino a GEO&GEO

L'immagine può contenere: albero, cane, pianta, spazio all'aperto e naturaGiulia Bardino, volontaria del WWF Litorale Laziale, è stata ospite di Geo&Geo per raccontare la sua esperienza di sei mesi tra i gorilla di Pianura, nel Parco Nazionale Dzanga-Sangha della Repubblica Centrafricana. Ecco il link della puntata del 5 gennaio 2017 (l’intervista parte al 60° minuto di trasmissione): http://www.raiplay.it/video/2016/12/Sveva-Sagramola-ed-Emanuele-Biggi-in-Aspettando-Geo-ae8599ff-b200-4b28-ae93-7f22e5c6e606.htm

Giulia Bardino, una ragazza giovanissima, è partita a maggio per studiare da vicino il Gorilla di Pianura nella Repubblica Centrafricana, studiando in particolare il comportamento materno, la relazione tra mamma gorilla e i suoi piccoli.

Giulia è una ragazza di grande tenacia e determinazione, che ha lavorato sodo per arrivare al traguardo di essere in un progetto di ricerca con l’Università ed ha lavorato duramente sul campo, vivendo praticamente da sola per sei mesi, a stretto contatto con la popolazione locale di Pigmei, i Bayaka, popolazione di cacciatori raccoglitori, abilissimi osservatori e conoscitori dei gorilla.

Noi tutti siamo particolarmente orgogliosi poichè Giulia, che abita ad Ostia Antica, è anche una volontaria del WWF Litorale Laziale – gruppo Litorale Romano, partecipa alle nostre riunioni e lo scorso anno ha collaborato al nostro Cineforum, proponendo e presentando proprio un film sui gorilla.

 

 

 

C’è un calendario WWF per te!

In occasione del Natale ti proponiamo un’idea regalo WWF, segno di attenzione per la tutela dell’ambiente.  Se ti iscrivi o se iscrivi un amico al WWF oppure se sei già Socio e rinnoverai la tua iscrizione avrai in regalo un bellissimo calendario, con meravigliose immagini di natura.

Calendario WWF 2017Potrai versare la quota e quindi ritirare direttamente il calendario venendoci a trovare entro il 31 dicembre 2016, presso la Lega Navale di Ostia, in lungomare Caio Duilio 34 (a 300 metri della stazione Castel Fusano), nei giorni di venerdì  9, 16, 23 e 30 dicembre, dalle 18.30 alle 20.00.

Segnalaci subito la tua intenzione rispondendo a questa mail, così da avere la sicurezza di trovare il tuo calendario!

Ricordiamo le quote associative:

  • Socio: 30 euro, riceve la rivista Panda ed entra gratuitamente in tutte le Oasi WWF;
  • Socio junior: 24 euro, riceve la rivista Panda junior ed entra gratuitamente in tutte le Oasi WWF;
  • Socio famiglia: 60 euro, riceve entrambe le riviste Panda e Panda junior e tutti i membri della famiglia hanno accesso gratuito alle Oasi WWF.

Se invece sei interessato al solo calendario, potrai averlo con una donazione minima di 10 euro.

 

Giornata Oasi, nonostante le previsioni

Giornata Oasi 2 ott.Nonostante le previsioni meteo fossero state infelici, e la pioggia fosse caduta incessantemente durante la notte, domenica 2 ottobre nell’Oasi di Macchiagrande a Fregene è stata Festa.

Si sono svolte due visite guidate, ha avuto luogo un contest di fotografia micro e macro, e i bambini hanno avuto attività pensate apposta per loro. 

Alcune volontarie dell’azienda Booking.com ci hanno dato una mano a gestire l’accoglienza ed il banchetto, con professionalità ed entusiasmo. Alla fine della giornata risultavano iscritti al WWF 14 nuovi Soci.

 

 

2 ottobre tutti a Macchiagrande

Una giornata speciale e d’eccezione all’oasi WWF di Macchiagrande, dedicata alle Famiglie e ai loro bambini e non solo: il 2 Ottobre sarà FESTA DELL’OASI

L’oasi sarà aperta per tutta la giornata, dalle ore 9:00 alle ore 16:00;
I visitatori potranno passeggiare liberamente all’interno dell’oasi e pranzare al sacco all’interno della stessa.

EVENTO:
Tutti a “caccia” nell’Oasi… Ma con la macchina fotografica!

L’Oasi WWF di Macchiagrande quest’anno compie 30 anni. Prima di essere un’oasi, Macchiagrande era terreno di caccia per centinaia di cacciatori. Ora nell’Oasi si va a caccia esclusivamente con la macchina fotografica!
Nella mattinata del 2 ottobre, l’oasi WWF di Macchiagrande ospiterà quindi un contest per fotografia wildlife e/o macro. Questa occasione permetterà di caricare le foto sul forum Canon Club Italia per il contest legato alla Giornata Oasi a Macchiagrande. Tre foto selezionate dalla giuria tecnica, tre foto scelte tra quelle più votate dal pubblico.
Le migliori saranno pubblicate sul portale e sui social del WWF, sui portali e sui magazine online di Canon Club Italia, Nikon Club Italia e Domiad.it (Patrocinio n.30/2016 rilasciato da Associazione Nazionale Domiad Photo Network).

DSCF4071

Visita guidata

Inoltre:
ore 11:00 visita guidata ” Macchiagrande: il cuore della Riserva Litorale Romano”; (prenotazione obbligatoria)

Per i più piccoli:
ore 14:30 “Viva la Creatività” – laboratorio pratico-manuale e creativo per grandi e piccoli

ore 15:00 Laboratorio scientifico: “Il mestiere del Naturalista” a cura dell’associazione Programma Natura

In Oasi sono presenti un’area giochi e aree Pic Nic!

Note / Altre informazioni

E-mail: macchiagrande@wwf.it –info@programmanatura.it
Mobile: 339-1588245 – Responsabile Oasi – Dr. Nat. Riccardo Di Giuseppe

 

Tartaruga Marina

Purtroppo la deposizione seppure vigilata, controllata e monitorata non ha portato i risultati attesi. Quale sarà stata la causa? Forse un’estate troppo fresca e piovosa o forse la nostra mamma tartaruga si è spinta troppo a nord rispetto all’areale di deposizione?

Fatto è che non è nato nessun piccolo, il centro di Ricerca Anton Dohrn di Napoli ha verificato la cosa in seguito ad un’attesa eccessivamente lunga per la schiusa.

Aggiornamenti sulla tartaruga marina che ha deposto a Nettuno

Grazie ad alcune telefonate effettuate e a un sopralluogo, abbiamo alcuni aggiornamenti relativi alla deposizione.

Subito dopo la segnalazione dei primi giorni di luglio è intervenuta la Capitaneria di Porto di Anzio, poi TartaLazio, attraverso personale della Riviera di Ulisse e infine l’acquario di Napoli Anton Dohrn, che è centro di coordinamento per la salvaguardia della Caretta caretta, il quale ha confermato la deposizione.

E’ stata quindi montata una nuova recinzione, nel punto esatto dove sono state deposte le uova, cioè subito a valle del cumulo che la tartaruga costruisce con la sabbia che sposta mentre scava. E’ stata quindi smontata la precedente recinzione provvisoria, in modo da non ombreggiare il sito di deposizione in quanto è di vitale importanza mantenere elevata la temperatura della sabbia al fine della maturazione e della schiusa delle uova. E’ stata apposta idonea segnaletica ma soprattutto è iniziata l’opera quotidiana e volontaria di Stefano, ex dipendente del Poligono di tiro – nella cui area è avvenuta la deposizione – da poco in pensione, che controlla costantemente il sito allontanando i gabbiani e evitando eventuali intrusioni inopportune, di uomini e animali (cinghiali, volpi…).DSC04168 DSC04169  DSC04171 DSC04172  DSC04174Abbiamo parlato con Stefano (nella foto) che ci ha raccontato la situazione e ci ha promesso che ci aggiornerà nei prossimi giorni: la schiusa è prevista a fine agosto. Ci sono state ben tre mareggiate che hanno lambito il sito ma fortunatamente il mare ha poi in seguito portato nuova sabbia davanti: il punto scelto da mamma tartaruga è risultato il più protetto dell’intera spiaggia.