Caccia alla Biodiversità il 29 aprile ad Ostia

Partecipiamo all’evento mondiale  City Nature Challenge ad Ostia con un’iniziativa nella tenuta di Procoio.
Appuntamento ore 16.00 ingresso Circolo del Tennis, Viale dei Promontori 273, Ostia, (non lontano dalla Stazione Lido Nord per chi arriva con i mezzi pubblici). 
Prenderanno parte all’iniziativa anche i ragazzi del Liceo Enriques con il gruppo che partecipa al progetto Erasmus “The Splendor of Nature”, con appuntamento alle ore 15.30.
L’attività sarà svolta con il supporto del Prof. Giuliano Fanelli e della Dr.ssa Francesca Buffi.
City Nature Challenge è una sfida internazionale  in cui oltre 65 città di tutto il mondo si “sfideranno” per raccogliere più segnalazioni naturalistiche possibili nei giorni compresi tra il 26 e il 29 Aprile.
I cittadini tramite l’utilizzo di applicazioni (i-Naturalist e CS-Mon LIFE) potranno condividere foto di specie vegetali e animali scattate durante campagne di segnalazione organizzate (bioblitz) o anche individualmente.

DSC02390

Questo il link dell’evento per la città di Roma

https://www.inaturalist.org/projects/city-nature-challenge-2019-roma

City Nature Challenge è una competizione giocosa tra diverse città del mondo che si contenderanno il primato di città più sensibile alla biodiversità. Nel 2017, 16 città americane si sono sfidate a suon di… segnalazioni. Grazie alla partecipazione di oltre 4000 persone, in soli 5 giorni, sono state raccolte più di 125 mila osservazioni e documentate oltre 8600 specie, tra le quali ben 392 rare, a rischio di estinzione, o minacciate. Nel 2018, l’evento ha assunto una dimensione internazionale. Nei tre giorni della rassegna, nelle 68 città partecipanti provenienti da ogni angolo del mondo, oltre 17000 persone hanno inviato qualcosa come 441.000 segnalazioni su circa 8600 specie, di cui 599 sono a rischio di estinzione! Anche quest’anno, ci sarà anche Roma. Un’occasione preziosa per far conoscere al mondo interno l’immenso patrimonio naturale della città eterna! Per maggiori dettagli visita il sito dell’evento: http://citynaturechallenge.org/
Nel 2018 sono state organizzati a Roma 6 bioblitz  e, vista la piacevole esperienza di Ostia dello scorso anno,  rioproponiamo una campagna a Procoio per l’evento CNC 2019,  coinvolgendo anche le scuole.
Annunci

EARTH HOUR 2019 ad Ostia

DSC03374Sabato 30 marzo ad Ostia abbiamo celebrato l’Ora della Terra all’interno del chiostro del Governatorato del palazzo Municipale di Ostia.

L’evento è stato patrocinato dal  X Municipio di Roma Capitale. Ha portato i saluti del Municipio il presidente della Commissione Ambiente, Francesco Vitolo.

Alle ore 20.15 siamo  partiti al coinvolgente ritmo delle percussioni del gruppo Ama Cajon Samurai, diretto da Attilio Celona.

DSC03312

Foto prima dello spegnimento, ore 20.20

DSC03322

Si sono spente le luci dalle 20.30 alle 21.30, perfetta atmosfera al lume di candela per il Coro Franchino Gaffurio, diretto da Lucia Converio, che si ha eseguito sei brani di musica polifonica con costumi rinascimentali.

DSC03369.JPG

DSC03367

E’ intevenuto Roberto Evangelista, giovane attore, a leggere brani di Wangari Maathai, premio nobel per la pace 2004 e l’appello per i giovani del mondo alla resilienza e alla speranza di Adolfo Perez Esquivel e Dasaiku Ikeda, presentato il 6 giugno 2018.

DSC03345

Il pubblico è intervenuto numeroso, oltre 150 persone al dodicesimo compleanno di Earth Hour, per un inno collettivo alla bellezza e alla fragilità del Pianeta e un grido per fermarne la distruzione.

Ringraziamo tutti gli intervenuti per la preziosa e sentita collaborazione.

Earth Hour 2019

Sabato 30 marzo ad Ostia celebreremo l’Ora della Terra con una evento organizzato all’interno del chiostro del Governatorato del palazzo Municipale di Ostia.

L’evento è patrocinato dal  X Municipio di Roma Capitale.

Alle ore 20.15 si parte al ritmo delle percussioni del gruppo Ama Cajon Samurai, diretto da Attilio Celona, dopo una presentazione dell’evento,  al lume di candela si esibirà il coro Franchino Gaffurio, diretto da Lucia Converio, che eseguirà melodiosi brani di musica rinascimentale polifonica. Conlcusione alle ore 21.30.

Dodicesimo compleanno di Earth Hour, per un inno collettivo alla bellezza e alla fragilità del Pianeta e un grido per fermarne la distruzione.

Il WWF promuove da più di dieci anni una grande mobilitazione internazionale mirata a incrementare la consapevolezza del valore della natura e della biodiversità da parte dell’opinione pubblica in tutto il mondo.

image001

 

WWF LITORALE ROMANO (1)

Ci ritroveremo alle ore 20.15 nel cortile del X Municipio di Roma per celebrare l’evento mondiale del WWF che vede lo spegnimento di monumenti e siti importanti in tutto il mondo alla stessa ora, l’Ora della Terra, dalle 20.30 alle 21.30.

Un’ora riempita da centinaia di milioni di gesti simbolici, come spegnere le luci della propria casa e dei monumenti, che si trasformano in un appello planetario contro il cambiamento climatico e per la difesa del Pianeta. È questa l’energia positiva di Earth Hour – Ora della Terra, la più grande mobilitazione globale del WWF che quest’anno avrà l’evento centrale a Matera.

Dal Pacifico alle coste atlantiche si spegneranno monumenti, luoghi simbolo, sedi istituzionali, uffici, imprese e abitazioni private di tutto il mondo con centinaia di eventi e iniziative speciali nelle migliaia di città coinvolte.

FORESTE E ACQUA alla base della nostra esistenza

Il 21 marzo e il 22 si celebrano due giornate mondiali indette dall’ONU, dedicate, rispettivamente a Foreste e Acqua, risorse naturali chiave per gli ecosistemi del Pianeta. Il WWF coglie l’occasione per sottolineare la stretta relazione tra ecosistemi forestali e la qualità dell’acqua. L’effetto foreste sull’acqua è spiegato dalla loro capacità di raccogliere e captare le risorse idriche, depurarle rendendole potabili e adatte al consumo umano.

Il bosco di lecci

Il bosco di lecci

Eppure, nonostante questa intuitiva correlazione (supportata anche da significative ricerche) gli habitat dei bacini idrografici sono in condizioni estremamente critiche, basti pensare che solo tra il 1970 e il 2012 abbiamo perso l’81% della fauna selvatica d’acqua dolce. La distruzione delle foreste e, conseguentemente, il loro importante ruolo nel ciclo dell’acqua e nei sistemi idrogeologici, rafforza la portata e l’intensità di alluvioni, dei dissesti, della desertificazioni e della siccità.

È come una delicata catena che, se spezzata, produce devastazioni con un effetto a domino sia su scala locale (disastri ambientali) sia su scala globale (cambiamento climatico). Questa stretta relazione tra foreste, bacini idrografici e comunità locali vale anche per il nostro paese: in Italia la qualità dell’acqua che beviamo è strettamente collegata alla qualità degli ecosistemi dei bacini idrografici che la forniscono. I bacini idrografici in buone condizioni ecologiche e con ecosistemi forestali ben conservati contribuiscono alla sicurezza del territorio e delle persone, contro eventi climatici estremi (tempeste, ondate di calore, siccità) e disastri idrogeologici (frane, alluvioni, etc.).

“Nonostante l’emergenza ambientale in atto – dichiara M. Gabriella Villani, Vice Presidente del WWF Litorale Laziale – l’Ente RomaNatura ha concesso anche quest’anno il Nulla Osta per il taglio di 2,8 ettari di bosco nella Riserva Naturale Regionale di Decima-Malafede, che segue quello di ben 21 ettari autorizzato nel 2018.

Torniamo a chiedere se non fosse stato possibile preservare questa preziosa e ricca porzione di bosco a querce corrispondente a quasi 5 campi di calcio: non sono solo le querce ma tutto l’ambiente circostante scompare, una piccola ma significativa perdita di biodiversità alle porte della Capitale.

La più efficace azione di mitigazione contro i cambiamenti climatici è costituita proprio dalla presenza di alberi, il bosco con la sua massa legnosa è infatti capace di immagazzinare l’anidride carbonica in eccesso nella nostra atmosfera, responsabile dell’innalzamento della temperatura del Pianeta.”

Contestuale alla denuncia di interventi che appaiono contraddittori quanto irresponsabili, il WWF affianca, come sempre, il confronto e la proposta. In occasione di queste due importanti giornate il WWF Roma e Area Metropolitana ha organizzato un workshop per la mattinata del 22 marzo:

 

BIODIVERSITÀ E RIQUALIFICAZIONE FLUVIALE

IL TEVERE, UNO SGUARDO AL FUTURO

Il WWF Roma e Area Metropolitana propone un appuntamento per riflettere sul futuro del Tevere: dalla ricca biodiversità che ospita anche nel tratto urbano

ai possibili interventi di riqualificazione che potrebbero contribuire a recuperare appieno la centralità che il Fiume merita.

L’incontro si terrà a Roma presso la Sala Panda

del WWF Italia in Via Po 25/c

Venerdì 22 Marzo a partire dalle ore 10.00

 

 

INTERVERRANNO

Andrea Agapito Ludovici – WWF Italia

Giuseppe Dodaro – Centro Italiano per la Riqualificazione Fluviale

Gianni Fangucci – Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Centrale

Matilde Spadaro – Giornalista, già Vice Presidente del Municipio Roma XII

Modera i lavori Raniero Maggini Presidente WWF Roma e Area Metropolitana

 

Una mattinata che verrà animata dai contributi di esperti che a vario titolo intrecciano il proprio impegno, non solo professionale, con la gestione degli ecosistemi fluviali.

 

“Il WWF – dichiara Raniero Maggini, Presidente del WWF Roma e Area Metropolitana – come sempre alterna la capacità di presidio sul territorio a quella di favorire il confronto di merito e l’elaborazione di proposte innovative ed efficaci per far fronte alle minacce che mimano il nostro Pianeta. Foreste e Acqua sono risorse preziose, dalle quali non possiamo prescindere per la nostra vita. Tutelarle è un obiettivo prioritario e il dibattito sul tema dei cambiamenti climatici individua un ruolo fondamentale per le Città, per chi le abita e chi le governa, importanti responsabilità che non possono più attendere o accettare incertezze. La riqualificazione dei nostri fiumi è una di quelle azioni, di quelle responsabilità che non debbono più subire deroghe. Il cosiddetto “Stadio della Roma” nasce in deroga alle norme urbanistiche, rischiando di trasformare per sempre un’area ad alta vocazione naturale ed agricola. Il WWF propose in tempi non sospetti la riqualificazione dell’Ansa di Tor di Valle, un progetto rispettoso dei luoghi, un intervento di vero interesse pubblico. Tornare a proporre quel progetto ci sembra tanto attuale quanto il miglior modo per vivere le celebrazioni per l’Acqua.”

 

Una Riserva di Natura da proteggere

Alla scoperta della macchia a Castel Fusano

Corso per la conoscenza e la vigilanza ambientale nella Riserva Naturale Statale
Litorale Romano

Con il patrocinio dell’Ente Regionale Romanatura

Il WWF Litorale Laziale organizza un corso per la tutela e la vigilanza nella Riserva Litorale Romano, per fornire un approfondimento sulla conoscenza del territorio della Riserva Litorale Romano. L’obiettivo del corso, articolato in nove incontri, di cui quattro esplorazioni guidate in natura, è offrire spunti di riflessione sulla tutela del nostro patrimonio naturale con il fine ultimo di formare volontari che possano svolgere attività di vigilanza ambientale. Per fare tale attività è fondamentale acquisire conoscenze idonee anche attraverso  l’esperienza diretta delle aree che la Riserva deve tutelare.

20071014_0007Nel 2017, in seguito al devastante incendio estivo, il WWF aveva organizzato turni di vigilanza  a Castel Fusano, per complessive 300 ore di presenza. L’attività di prevenzione antincendio è continuata nell’estate 2018, con 250 ore di presenza. L’attività di vigilanza e di segnalazione da parte del WWF viene  svolta, per quanto possibile, tutto l’anno, da oltre 20 anni.

Il corso sarà effettuato grazie alla collaborazione di esperti, tra i quali i Carabinieri Forestali.

Per tutti i docenti di ogni ordine e grado il corso è riconosciuto come attività di aggiornamento.

DSC08195Ciascun incontro inizierà alle ore 15.30 e durerà 3 ore, per un totale di 27 ore. Sede del corso ( 16 marzo e 6 aprile) sarà la Casa del Mare, ad Ostia a 400 metri dalla stazione del trenino fermata Castel Fusano.

16 MARZO – sabato, Introduzione
Intervento del Presidente di Roma Natura,
Dr. Maurizio Gubiotti.
Introduzione alla Riserva del Litorale Romano e al suo territorio, potenzialità e problematiche ambientali.
Prof.ssa M. Gabriella Villani, Dr. Fabio Converio

31 MARZO – domenica, Esplorazione Castel Fusano
Appuntamento stazione Cristoforo Colombo, trenino Roma Ostia
Itinerario con riconoscimento delle principali specie della macchia mediterranea, uso di chiavi dicotomiche e di app per il riconoscimento delle specie.
Prof.ssa M. Gabriella Villani, Dr. Fabio Converio

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

6 APRILE – sabato, Incendi boschivi
Quadro generale ed effetti del fuoco sugli ecosistemi.
Prof.ssa Francesca Capogna

7 APRILE – Esplorazione Pineta Acque Rosse
Appuntamento presso fermata Lido Nord trenino Roma Lido
Area protetta a ridosso del Tevere, in vista degli scavi di Ostia Antica.
Prof. Aldo Marinelli

13 APRILE – sabato, Esplorazione Tenuta di Procoio
Appuntamento presso il Circolo del Tennis Viale dei Promontori
Area protetta tra l’abitato di Ostia e quello di Ostia Antica, con significative emergenze naturalistiche e storiche.
Prof. Giuliano Fanelli

OLYMPUS DIGITAL CAMERA14 APRILE – Esplorazione Castel Fusano
Appuntamento stazione Castel Fusano, trenino Roma Ostia
Gli ambienti e l’impatto antropico
Prof.ssa M. Gabriella Villani, Dr. Fabio Converio

4 MAGGIO– sabato
Vigilanza Ambientale: Carlo Aprile – Coordinatore Provinciale Guardie WWF Roma
Azioni per la difesa giuridica del territorio: Claudio Izzi, Consigliere WWF Litorale Laziale

5 MAGGIO – Esplorazione Argine del Tevere
Appuntamento Castello di Ostia Antica

11 MAGGIO La tenuta presidenziale di Castelporziano
La gestione di un’area protetta 
Dr. Daniele Cecca
Conclusione del corso con test finale Prof.ssa M. Gabriella Villani

Cosa riceveranno i partecipanti:

  • tre pubblicazioni: sulla Riserva del Litorale Romano, sulle specie della duna e della macchia, su Castel Fusano;
  • ulteriori approfondimenti in formato elettronico inviati via posta elettronica;
  • attestato di partecipazione per chi avrà preso parte ad almeno 6 incontri.

WWF Italia è Ente riconosciuto e accreditato presso il MIUR per la formazione dei docenti.  A tutti i docenti partecipanti sarà inviato un attestato valido come attività di formazione in servizio.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE

  • 25 € da versare ad inizio corso.
  • Per chi è già socio del WWF la quota è di soli 10 € (con facoltà di donare liberamente di più).
  • Chi a inizio corso si iscrive per la prima volta al WWF (30€) non dovrà versare nient’altro.

Il contributo viene utilizzato per la copertura assicurativa ed è destinato all’autofinanziamento dell’associazione WWF Litorale Laziale, gruppo attivo Litorale Romano.

E’ necessario iscriversi per tempo, telefonando o inviando un sms o un whatsapp al 347 82 38 652 oppure tramite posta elettronica: wwflitoraleromano@gmail.com

Oasi NaturAntica

La piccola Oasi naturalistica è stata realizzata a partire dal 2012 su un’area archeologica che conserva i resti di un antico molo di epoca romana. L’Università delle Tre Età in collaborazione con diverse associazioni tra cui il WWF Litorale Laziale e la LIPU, insieme alle scuole del territorio, ha realizzato un interessante esperimento di rinaturalizzazione di un’area a ridosso delle ultime abitazioni di Ostia Antica.

Nel 2017 e nel 2018 studenti dell’Anco Marzio e l’anno successivo del Verne, nelle loro attività di alternanza scuola lavoro con il WWF, hanno contribuito alla gestione del l’Oasi svolgendo alcuni lavori ( foto in basso).

DSC000598 aprile 2017

Inserendo nuovamente specie tipiche della macchia mediterranea, lasciando alla natura la possibilità di espandersi, si è ricreato un ambiente naturale di pregio. Sono state censite oltre 100 specie vegetali,  molte specie di insetti, tra cui 20 diverse specie di farfalle, 15 specie di falene, molte api selvatiche e coleotteri.

Mappa con Logo_Intes_a

Rettili, anfibi, uccelli e mammiferi frequentano l’oasi, addirittura si è potuta osservare la tana di una volpe. Da alcuni mesi i volontari del WWF stanno censendo le specie di insetti. Si sta stabilendo un accordo per lo studio dell’ambiente con l’Università Roma 3.

Per saperne di più vai su OASI NATURANTICA>>>>

Festa dell’albero ad Ardea 21 novembre

cb47ea11-4f8e-4b4d-9ed7-f5db9e355d9f

Grandissimo impegno dell’Istuto Comprensivo Ardea 2 per la festa dell’albero 2018.

Hanno invitato anche il WWF Litorale Laziale che molto volentieri ha offerto il proprio contributo per la buona riuscita dell’iniziativa.

I bambini hanno partecipato con entusiasmo e grandissimo interesse per la difesa dell’ambiente naturale. Si è parlato del WWF Internazionale, con le grandi campagne di conservazione: Tigre, Gorilla e Orso Polare, e il PANDA in prima linea.

Gabriella e Tiziana hanno illustrato le diverse attività del WWF a livello locale.

 

aa2802dc-fb1b-4713-8458-65d700f9d36c                     ed6a24a7-8146-4e0b-b525-53c372e0f905